Una decisione difficile...

23.06.21 08:37 AM Commenti Di Lorenzo

Qualche giorno fa deciso di prendermi una pausa da Bedo's Mototour nel contesto dei social. Mi spiego meglio...


BMT è nato a fine 2017 come "progetto editoriale" proprio su Instagram, per poi crescere a diversi livelli con il sito, il canale YT e la pagina Facebook e tutto sommato raccogliendo dei discreti risultati, seppur modesti. Ma il cuore di tutto è sempre stato il profilo Instagram, dove - illudendomi - pensavo che avrei riscosso un gran successo unendo la qualità fotografica alla bellezza dei giri in moto.


Sono passati quasi quattro anni e tutto ciò non si è verificato. Il profilo cresce a ritmi talmente bassi, che per lunghi periodi il numero di like e follower è diminuito al posto che aumentare, mentre mi vedo circondato da decine di account che crescono a ritmi importanti...pur pubblicando materiale tutt'altro che di alta qualità.


In questi anni ho fatto numerose riflessioni, seguito corsi e seminari, studiato manuali e ri-organizzato il mio piano editoriale per sperimentare nuove formule (orari di pubblicazione, tipo di tag, lingua IT/EN etc.), ma non è mai cambiato niente. I numeri non arrivano. Nell'arco dell'ultimo mese ho fatto un ultimo tentativo, postando quotidianamente anche a costo di pubblicare materiale sotto i miei standard e passando all'inglese per aumentare il bacino di utenza: bene, l'ultima foto pubblicata domenica scorsa mi ha fatto perdere ben SEI follower in 12 ore. Lì ho capito di averne davvero...le palle piene.


Non è un periodo facile già per questioni personali e lavorative e Instagram dovrebbe essere un luogo dove passare momenti divertenti e gratificanti, scambiando idee, battute e interazioni con altre persone che condividono le stesse passioni. Invece è diventato - almeno per me - una sorta di gabbia opprimente che ti soffoca nella rincorsa alla ricerca del consenso degli altri: consenso che regolarmente non arriva.


No c'è nulla di personale, ma vedo persone ricevere decine di commenti di approvazione e complimento per foto terribili fatte in posti "ovvi", oltre ad account che crescono a ritmi frenetici pubblicando contenuti onestamente mediocri e, in compenso, vedo i miei contenuti passare via senza che nessuno si accorga che esistono. Certo qualcuno potrebbe dirmi che non serve a nulla scattare una foto sulle Dolomiti con una Sony professionale e lenti prime, se poi dietro non c'è una "storia" o una caption interessante.


Sono d'accordo, il punto è che ci sono foto fatte nei parcheggi dei supermercati che fanno tre volte i numeri dello scatto sopra citato. Qualcosa non torna. Ormai sono al punto in cui, sotto i 400 Km di itinerario, non tiro fuori nemmeno la moto dal garage e quando esco lo faccio per andare in posti che tanti nemmeno conoscono, quindi mi viene difficile pensare che i miei contenuti non siano interessanti, o che lo siano meno di quelli di tanti altri...altri che fanno numeri ben superiori ai miei.


Questo post sta a metà tra uno sfogo e una riflessione, anche perchè onestamente a chiunque chieda un parere non ricevo che complimenti per la bellezza dei contenuti. Se non fosse che poi nessuno li guarda...C'è un corto-circuito da qualche parte e - siccome non capisco DOVE sia - ho deciso di staccare la spina, almeno per un po'.


Si è trattato anche di un interessante esperimento sociale, perchè a fronte del post in cui spiegavo il ritiro da Instagram, ho ricevuto ben TRE commenti (di cui due da persone che non conosco), mentre NESSUNO si è preso la briga di chiedermi anche solo...perchè lo stessi facendo. In compenso ho ricevuto parecchi like. Sono soddisfazioni.


Probabilmente lavorerò un po' di più sul blog, concentrandomi su contenuti più estesi e argomentati, oltre ad essere al lavoro su un paio di articoli per RoadBook su itinerari tutt'altro che scontati...ma è tutto un work in progress. Al momento ho tolto l'account Instagram dal telefono e per almeno due settimane ho deciso di non entrarci più, poi si vedrà.


Se per caso qualcuno leggerà questo post e vuole commentare o fare una riflessione in merito, sarò molto contento di ascoltarlo perchè penso che la visione esterna sia un ottimo strumento per valutare le situazioni, la chat di IG è attiva (avendo l'account business è agganciata a Facebook) così come l'email [email protected] 


Lamps.

Condividi -