Goditi il viaggio
Perchè non sai dove ti porterà

Ho iniziato ad andare al Salone di Milano nel 2008 e, se la memoria non mi inganna, a quei tempi giravo con l’Husqvarna 125 da supermotard.

Ai tempi ero solo un ragazzino che ancora nemmeno masticava di fotografia, c’era solo una passione smisurata per le due ruote unita ad un oggettivo interesse per le belle ragazze che storicamente popolano le moto di cui sopra. Ma gli anni passano e la mia visione del motociclismo è radicalmente cambiata, seppur alimentata sempre dalla stessa bruciante passione di allora. Da allora ho cambiato moto, stile di guida e compagni di viaggio ma l’anima che muove tutto questo è ancora la stessa…con la differenza che nel frattempo mi sono dotato di attrezzatura fotografica di un certo livello.

Da qualche anno ho la fortuna di poter accedere con accredito stampa, anche se il 2019 è stato un anno un po’ particolare. La prima richiesta, effettuata utilizzando le credenziali degli anni scorsi, è stata rifiutata per motivi non ben definiti e devo ammettere di esserci rimasto male. Tuttavia è stata l’occasione giusta per rifare la richiesta, questa volta direttamente come Bedo’s Mototour!

Questo secondo tentativo è andato a buon fine e devo ammettere che è stato un bel traguardo personale.

Il martedì penso sia la giornata migliore per partecipare, dato che vengono presentate in anteprima tantissime nuove moto, letteralmente svelate sotto gli occhi di noi partecipanti. Può sembrare un aspetto trascurabile, ma personalmente mi piace pensare che sia un privilegio partecipare a questi eventi e soprattutto mi ha permesso in questi anni di vedere e toccare con mano modelli completamente inediti, prima del grande pubblico.

EICMA è stato anche un bel momento per incontrare nuovi amici (o colleghi, il limite è molto labile) e rivederne altri, che difficilmente si incontrano se non ad eventi di settore. Penso che questo tipo di incontri abbia dato un importante valore aggiunto all’evento in quanto tale, rendendolo ancora più un “classico” della mia vita da motociclista.

Trattandosi dell’ennesima partecipazione devo ammettere che di fotografare moto un po’ mi sono stancato, quindi quest’anno mi sono dato due “temi”: modelle e dettagli.

Ho impostato tutto il lavoro fotografico su questi due fronti, utilizzando una sola lente fissa per fare tutto, un po’ perchè si tratta di un’ottima lente e un po’ perchè ho voluto mettermi alla prova. Fare foto generiche con uno zoom tuttofare dà soddisfazione fino ad un certo punto, mentre in questo modo ho potuto mettermi alla prova.

Nelle prossime settimane pubblicherò quindi alcune gallerie relative a questi due temi, enjoy!