Tutto il mondo di Bedo’s Mototour è foto-centrico e tengo molto a questo aspetto.

Mi sono tuttavia reso conto che le gallery qui sul sito non rendono abbastanza l’idea. Cerco di spiegarmi…
Le foto originali sono file RAW da oltre 40 megapixel, su cui applico una postproduzione specifica per ogni scatto. Tradotto in termini pratici significa un botto di ore di lavoro e file di dimensioni importanti, nell’ordine dei 30-40 MB l’una.

Read More

La mia prima moto “vera” dopo cinquantino e 125 è stata la Dorsoduro. Era il 2010 e sin da allora il mio modo di viaggiare è stato caratterizzato da lunghe percorrenze e rientri a casa sempre in orari tardi, come se tornare prima di cena fosse sintomo di una giornata mezza buttata.

Che si trattasse di sparate domenicali o di viaggi di più giorni, ogni tappa che si rispetti si deve concludere con l’arrivo al tramonto, in funzione naturalmente della stagione in cui ci si trovi. Questo è un dettaglio che a volte mi frega, quando organizzo giri tarati sulle giornate estive, ma poi mi rendo conto che siamo a ottobre…vi assicuro che è successo.

Read More

Ogni tanto mi piace prendermi una pausa dal lavoro, per pianificare qualche bel giro in moto. Giretti domenicali, roba da 5 o 600 chilometri, itinerari che ho sempre fatto senza problemi negli ultimi 10 anni abbondanti.

Eppure, sempre più spesso, mi ritrovo a fissare la mappa con un po’ di timore. Preparo tracciati da qualche centinaio di chilometri e poi rimango come in sospeso, ripetendomi tra me e me che forse è troppo, forse è meglio andare altrove, forse è meglio fare un giro più breve…

Read More

Questo benedetto quattro maggio è arrivato, atteso come la notte di Natale, con tanto di albero, regali e pure una bella nevicata.

La situazione non è poi molto cambiata, rimangono limiti piuttosto stringenti, le moto ancora si trovano in una fascia di uso-non-uso piuttosto discutibile e sicuramente non possiamo pensare di trovarci tutti sul primo passo alpino di zona il prossimo weekend.

Read More

Eccoci al terzo appuntamento della rubrica dedicata alle Michelin Anakee Adventure, l’ultima proposta della casa transalpina in termini di maxienduro.

Nei precedenti articoli (primosecondo) ho già parlato ampiamente del feeling di guida e, dopo altri 5000 km, non posso che confermare ogni aspetto su tutta la linea. Le gomme rimangono ottime in tutte le fasi di guida e in tutte le condizioni del fondo stradale: anche quando la strada finisce.

Read More
Quattro ruote muovono il corpo, due muovono l'anima.